04 Luglio 2022
News

CUORE E ORGOGLIO DI CAPITAN DONATI: «VOGLIAMO ARRIVARE PIÙ IN ALTO POSSIBILE, PER DIMOSTRARE DI ESSERE UNA SQUADRA CHE MERITA LA PROMOZIONE»

11-01-2022 11:08 - News Generiche
Filippo Donati, classe 1995, capitano dell'ABC Arre Bagnoli
L’ABC Arre Bagnoli ha chiuso il girone d’andata con un sontuoso quinto posto nel gruppo C di Promozione, a sole cinque lunghezze dalla Piovese capolista.
Un ruolino di marcia davvero eccellente per la compagine arancionera, anche quest’anno tra le più giovani del torneo: soddisfazione ed orgoglio non mancano, come si evince dalle parole del capitano Filippo Donati.
«Il bilancio è più che positivo, specie considerando che l’ufficialità del ripescaggio in Promozione è arrivata praticamente all’ultimo minuto – sostiene il regista, classe 1995 – La società aveva allestito una rosa per la Prima Categoria, senza fuori quota: non era facile riprendere in mano tutto da capo, specialmente con l’obbligo degli “under” imposti dal regolamento. Siamo partiti con grandissimo entusiasmo, andando pure al di là di quanto chiunque potesse aspettarsi alla vigilia. L’obiettivo per il ritorno è quello di ripeterci, sia in termini di prestazioni che di risultati».
Umiltà e profilo basso, dunque, con lo stesso spirito di sempre.
«La priorità resta la salvezza, che non è ancora matematica: a traguardo acquisito proveremo a divertirci. Non ci saranno i playoff, ma la nostra linea di pensiero non cambia: vogliamo arrivare più in alto possibile, per dimostrare di essere una squadra che merita la Promozione. E che magari, tenendo questo gruppo per un paio d’anni, potrà pure ambire a qualcosa in più».
Che insidie può nascondere questa nuova pausa forzata?
«Abbiamo un’età media molto bassa, quindi non credo avremo particolari ripercussioni sul piano fisico. Il timore è soprattutto mentale, perché è sempre difficile riattaccare la spina. Basti pensare allo scorso agosto, quando venivamo da quasi un anno di stop. Siamo consapevoli di affrontare alcune squadre costruite per vincere il campionato, tuttavia le continueremo a sfidare alla stessa maniera: massimo rispetto per tutti ma paura di nessuno».

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie