20 Settembre 2021
News

ABC IN PROMOZIONE, IL CORONAMENTO DI UN SOGNO: INTERVISTA AL PRESIDENTE ONORARIO MASSIMO LAZZARIN

20-08-2021 15:53 - News Generiche
Massimo Lazzarin, presidente onorario dell'Arre Bagnoli Candiana
La nuova avventura è finalmente alle porte e l’esordio assoluto dell’Arre Bagnoli Candiana in Promozione sta per diventare realtà.
Abbiamo raccolto le riflessioni del presidente onorario Massimo Lazzarin, responsabile della prima squadra, che si presta volentieri ad un’analisi a 360 gradi del percorso che sta per iniziare.
«Dopo l’uscita dei gironi sembra di essere tornati a due stagioni fa, quando abbiamo disputato il nostro primo campionato di Prima Categoria. Anche quella volta eravamo stati inseriti in un girone “di ferro”, da tutti definito più difficile di una Promozione: c’erano squadroni di grande storia e blasone come Monselice, Rovigo, Loreo, Tagliolese e Solesinese. Ci davano spacciati già in partenza, alla fine siamo arrivati terzi. Non voglio dire che saremo in grado di eguagliare quell’incredibile risultato, ma che vogliamo salvarci prima possibile. Nel calcio, come nella vita, c’è sempre bisogno di nuovi stimoli: per la società e per i ragazzi affrontare la Promozione deve essere uno stimolo enorme, e sono certo che sarà proprio così. Ogni domenica sarà bellissimo affrontare compagini costruite per vincere come Piovese, Monselice, Porto Viro…».
Che tipo di stagione ti aspetti?
«Nonostante la categoria e la difficoltà del girone, la nostra filosofia non cambia. Vogliamo proseguire con una rosa giovane, in cui a fare la differenza saranno ancora l’entusiasmo e la forza del gruppo. Non nascondo che abbiamo più di qualche ragazzo con qualità enormi: per loro, come per tutti gli altri che sono qui fin dalla Seconda Categoria, giocare in Promozione rappresenta un’opportunità incredibile. La nostra realtà, e in particolare il Bagnoli, ha alle spalle una storia calcistica gloriosa: tuttavia ricordo che questa nuova società fino a pochi anni fa era in Seconda Categoria, dopo essere ripartita dalla Terza. Dal punto di vista organizzativo e impiantistico non ci manca assolutamente nulla: dalla nostra c’è la consapevolezza di avere un ambiente sereno e di possedere qualità e capacità importanti. Colgo l’occasione per ringraziare la società Pozzonovo per la fattiva collaborazione, finalizzata alla valorizzazione dei ragazzi più giovani grazie all’apporto del grande direttore sportivo Carlo Marzola».
Come evolverà, sul piano squisitamente sportivo, la situazione sanitaria?
«Fare dei pronostici è sempre difficile e anche quest’anno il Covid influenzerà notevolmente il campionato. La stessa novità dei gironi a 14 squadre potrà riservare ulteriori sorprese: ecco perché sarà fondamentale essere sempre pronti a tutto. Come impronta di squadra e filosofia societaria, potremmo essere definiti “il Cittadella della Promozione”. Da parte mia sono solito ribadire ai ragazzi e al mister una frase che costituirà una sorte di “ossessione” per tutti i mesi che vivremo insieme: per riuscire a salvarci, bisognerà correre più degli altri e giocare sempre ad altissima intensità. Solo così il traguardo diventerà realtà».

Realizzazione siti web www.sitoper.it